martedì 30 dicembre 2014

CIOCCOLATINI CON CREMA AL LIMONCELLO

ARIA DI FESTA

 

Fondere del cioccolato fondente e con un cucchiaino versarlo sulle pareti e sul fondo di pirottini di carta facendolo aderire bene. Mettere in frigo a solidificare.

Intanto preparare la crema di riempimento: Fondere 100gr di cioccolato bianco poi aggiungerci un bicchierino di limoncello e mescolare accuratamente x amalgamare il tutto. Sformare delicatamente i pirottini di cioccolata e versarci la crema fatta. Mettere in frigo.

Preparare infine la stella fondendo del cioccolato fondente e versarlo nelle formine a stella. Mettere in freezer poi sformare.
Assemblare il tutto spalmando sulle punte delle stelle del cioccolato fuso affinchè la stella stia ferma.

 

 

CASSATINE SFIZIOSE


pandoro avanzato

Coosa fare del pandoro avanzato se lo si vuole mangiare in modo più sfizioso?...IDEA
 
Mescolare 300gr di ricotta, 100gr di zucchero, 80gr di canditi e 80gr di cioccolato a scagliette.
 

Creare così 4 cassatine alternando 3 dischi di pandoro con la ricotta.


X guarnire: sbattere 1 albume con 100gr di zucchero e glassare, decorare con dischi di marzapane e canditi.
 

NOTE:

-          Io ho aggiunto all’impasto con la ricotta anche mezza fialetta di aroma di limone.

-           I dischi di pandoro li ho spennellati con al kermes e sciroppo di zucchero mescolati insieme.

-          Ho preferito non seguire la ricetta x quanto riguarda la guarnizione e fare di testa mia decorando con la pasta di zucchero.

 

 

 

 

 

 
 

venerdì 26 dicembre 2014

PANETTONE GASTRONOMICO FARCITO

Ricordi del cenone...





Avrei voluto fare io il panettone ma il tempo in tempo di festa è tiranno, quindi mi sono dovuta accontentare di quello comprato!


Per la farcitura ne ho fatte 4:


1) con mortadella, ricotta e pistacchi tutto tritato.

2) con maionese, pomodori secchi sott'olio sminuzzati a coltello e ho coperto con fette di speck.

3) con del pesto genovese.

4) con 'nduja spalmabile piccantissima e fettine di prosciutto cotto.

L'ho preparato 2 giorni prima affinchè tutti gli ingredienti si compattino bene fra loro e l'ho sigillato in alluminio ben stretto.

Una squisitezza
 

giovedì 11 settembre 2014

SUA MAESTA’… IL MUFFIN

MUFFINS INGLESI






Ho trovato questa ricetta nel libro
‘’il cucchiaio d’argento’’ di mia nonna.

Devo ammettere che questo libro mi affascina, ogni volta che lo apro vengo ‘’rapita’’ da questo mondo passato, dalla sua grammatica ormai persa e dalla cura del particolare nel servire le pietanze.

 
X 12: 250GR DI FARINA, 12GR DI LIEVITO IN POLVERE, 1 CUCCHIAIO DI ZUCCHERO A VELO, ¼ DI L DI LATTE, 100GR DI BURRO, SALE.

Setacciare insieme 3 volte i seguenti ingredienti: farina, lievito, mezzo cucchno di sale, e 1 cucchiaio livellato di zucchero poi metterli in una ciotola dove si aggiungerà il latte gradatamente, lavorandoli fino ad avere un composto omogeneo. Per ultimo aggiungere il burro sciolto a bagnomaria intiepidito.
 
 
Versare il preparato nelle formine da muffins imburrati e infarinati o mettere i soliti pirottini di carta. Infornare a forno moderato 20’ circa.
 


Il libro suggerisce che se piace si può aggiungere all’impasto dell’uva passa, dei pezzetti di dattero o di candito ma i muffins classici sono semplici e si servono con burro e marmellata accompagnati da una bella tazza di tea.
 

 

MIE MODIFICHE:

Io ho aggiunto all’impasto dei pezzetti di arancia candita e ho sparso in superficie delle lamelle di mandorla. 
Io li preferisco con un velo di lemon curd (prossimamente pubblicherò la ricetta)
 
SONO BUONISSIMI

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

lunedì 4 agosto 2014

domenica 27 luglio 2014

TORTA APPARECCHIATA


tutti a tavola!
 
Questa torta l’ho fatta per l’anniversario di matrimonio dei miei genitori.


Mi piace molto fare le cose in miniatura piuttosto che quelle grandi e così mi sono sbizzarrita…non mi sarei mai fermata!
 


 

La torta è composta da 2 PdS:  uno classico e uno al cioccolato e da 2 creme: una al gianduia e l’altra all’arancia.

 

X PdS al cioccolato: 7 uova, 220gr zucchero, ‘’ ‘’ farina, 25gr cacao amaro, un pizzico di lievito in polvere.


Montare uova con zucchero, mettere la ciotola a bagnomaria e aggiungere farina, cacao e lievito setacciati mescolando con un cucchiaio di legno delicatamente x non smontarlo.

Versare in stampo e infornare a 170 35’. Sfornare, far raffreddare e sformare.
 


 
 
(PROVE TECNICHE)
 
 
 
 
 

 
Le decorazioni le ho fatte 1 settimana prima.
 



X la crema al cioccolato di copertura: 100 gr cioccolato fondente, 50 gr panna. fondere il cioccolato, aggiungere la panna di soia, mescolare bene  e spalmarla uniformemente sulla torta con una spatola.

 
 
 
Farcie: ganache al gianduia: 400gr cioccolato gianduia, 600gr panna da montare.
Sciogliere tutto a bagnomaria e far raffreddare 1 notte in frigo. Il giorno dopo montare leggermente con le fruste elettriche e farcire la torta.
ganache all’arancia: portare ad ebollizione 500gr di latte intero con 100gr di zucchero; a parte sbattere a velocità  media 4 tuorli con 50gr di zucchero (la ricetta orig prevedeva 100gr ma diventa troppo stucchevole) poi aggiungere 60gr di maizena setacciata, succo e scorza grattug di 2 arance bio. Versare il latte attraverso un colino e prima della fine della cottura ripassare al colino. Fare addensare.
BUONISSIMA E SOFFICISSIMA


 

lunedì 21 luglio 2014

PACCHERI RIPIENI FRITTI


idea originale


 
RICOTTA, PROSCIUTTO COTTO, UOVA, PANGRATTATO, PARMIGIANO, SALE, PACCHERI.

Da crudi riempire i paccheri con il composto fatto amalgamando ricotta, cotto, parmigiano e sale, bisogna ottenere un impasto sodo e ben amalgamato quindi regolatevi ad occhio.
 

 

Dopo averli riempiti passarli nelle uova sbattute poi nel pangrattato.
Metterli in frigo fino al giorno dopo in modo che il ripieno e la panatura ammorbidiscano la pasta. Il giorno dopo friggerli.

 
 
 MIE MODOFOCHE:

1.       Io ho aggiunto un po di sugo alla farcia ma si può aggiungere quello che più piace, l’importante è che la farcia non deve essere liquida ma soda.

Da provare

domenica 20 luglio 2014

PIZZA CON FARINA DI GRANO SARACENO


...non la solita pizza
 

450GR FARINA X PIZZA, 50GR FARINA GRANO SARACENO, SALE, 250-270GR ACQUA.

Lavorare gli ingredienti con l’impastatrice fino a formare un panetto ben amalgamato e che si stacca dalle pareti della ciotola. Trasferirlo in una ciotola e coprirlo con uno strofinaccio, far lievitare. Farcire a piacere.

MIE MODIFICHE:
 
1.      Ho preferito sciogliere il lievito a parte in un po di acqua tiepida e il resto dell’acqua l’ho aggiunta mentre l’impastatrice lavorava.

2 .      X il sale mi sono regolata aggiungendone 1 cucch.no

3.     ho preferito dividere l’impasto  da subito in 4 pezzi

E’ venuta veramente buona, croccante, in tutte e 4 le versioni:

1.       salame piccante, pesto e mozzarella

2.       prosciutto cotto, mozzarella e olive nere

3.       prosciutto cotto, mozzarella e cipolla di Tropea

4.       funghi trifolati e mozzarella

 

 

 

 

martedì 15 luglio 2014

REGALI GOLOSI

CAMMEI E MINI CAKES
 
Cioccolatini cammei

 mini cake con fiocco


 confezione della mini cake con fiocco

 

 mini cake con ramo di rose

 

 

 
 confezione della mini cake con ramo
 
 



 rose e cammei chiudipacco



giovedì 26 giugno 2014

CARTUCCE NAPOLETANE


...profumo di mandorle...
 

Questi squisiti dolcetti mi riportano alla mia infanzia, quando si andava a Catanzaro e la sosta x comprarli era d’obbligo!
Oggi con soddisfazione li preparo da me.

Per prepararli avrete bisogno degli appositi cannelli e delle caratteristiche cartine, purtroppo non sono facilmente reperibili.
Almeno x me è stata un’impresa titanica… avevo perso quasi le speranze e l’unico modo per averli era un viaggio a Napoli! Non che questo mi sarebbe dispiaciuto, anzi!
 Comunque alla fine sono riuscita a trovarli on-line.

Come dicevo, purtroppo al nord non si trovano ed è un vero peccato, perché sono una gioia per il palato e per i sensi…!

Vengo subito alla ricetta:
x 50 cartucce: 250gr zucchero a velo, 250gr margarina, 125gr pasta di mandorle*, 4 uova, aromi: fiori d’arancio, vaniglia, mandorla amara, buccia di un limone gratt, sale, 350gr farina.

X la pasta di mandorle:  60gr farina di mandorle, 60gr zucchero a velo, 1 cucchiaio d’acqua.
X la pasta di mandorle: mettere in un robot zucchero e farina di mandorle, zucchero e far andare 2 secondi affinchè si mescolino, lentamente unire un po d’acqua fino ad avere una consistenza ben amalgamata.

In una ciotola o in un robot versare margarina, pasta di mandorle, uova, sale, zucchero, aromi e iniziare a montare con le fruste elettriche come x montare un PdS. Infine unire la farina setacciata.

 
 
L’impasto non risulterà molto duro ma non preoccupatevi, deve essere di questa consistenza.


Coprire una teglia con carta forno e posizionarci le cartucce verticalmente con all'interno le cartine.
 

 


Mettere l’imparto in una sac à poche e iniziare a riempire i cannelli fino al bordo, cercando di lasciare libero il resto della cartina poiché cuocendo lieviteranno.

Infornare a forno caldo a 180 40 min, devono diventare leggermente dorate.

Una volta raffreddate riporle in una scatola di latta fino al giorno dopo in quanto riposando saranno più gustose.

 
Non vi resta che gustarle con una bella tazza di tea...o anche senza!!!